Seminari e conferenze

Riguarda i convegni 

Gli speech di TTG Travel Experience che tracciano il percorso del Turismo 2021. Verso la grande convergenza Human Centric al centro del dibattito nelle Arene.

► FOCUS HUMAN THINK: l’innovazione di pensiero per un turismo sempre più orientato alle connessioni emotive.

► FOCUS HUMAN FEEL: interpretare il sentimento del nuovo viaggiatore per costruire relazioni sentimentali con il territorio.

FOCUS HUMAN SPEAKLa riscoperta della gentilezza per arricchire il dialogo e potenziare l’ascolto del viaggiatore on e off line.


FOCUS HUMAN SPEAK
La riscoperta della gentilezza per arricchire il dialogo e potenziare l’ascolto del viaggiatore on e off line.

►Il Manifesto della comunicazione non ostile. Le parole hanno un peso e un valore. Anche per il tuo business.

Relatore: Orazio Spoto, Esperto di Comunicazione e Marketing Digitale

Un appuntamento per riflettere sul fatto che “virtuale è reale” e che l’ostilità in Rete ha conseguenze concrete, gravi e permanenti nella vita delle persone. Ma anche nella vita delle aziende, incluse quelle del turismo, basate sulla relazione diretta con il cliente.
Filo conduttore di questo intervento è il Manifesto della comunicazione non ostile*, una carta che elenca 10 princìpi, utili a migliorare lo stile e il comportamento di chi sta in Rete, con l'obiettivo di promuovere una maggiore consapevolezza dell’utilizzo degli strumenti digitali.


►Il turismo alla prova della ripartenza: Touring Club Italiano e Fondazione Campus incontrano Friuli-Venezia Giulia, Piemonte e Toscana

L'estate appena trascorsa ha mostrato timidi segnali di ripresa per il nostro turismo, perlopiù grazie ai flussi domestici, ma ha anche messo in evidenza la gravità della situazione in cui il comparto si trova a causa dell'epidemia di coronavirus.
Qual è dunque il bilancio di questa particolare stagione? Quali sono state le strategie messe in campo che hanno funzionato e cosa invece sarà da migliorare nei prossimi mesi? Come è cambiato il mix dell'offerta e su quali prodotti si è più puntato e si punterà nel prossimo futuro?
Partendo anche dai risultati della recente survey sulle vacanze estive, condotta dal Centro Studi Tci sulla community Touring di oltre 300mila persone, abbiamo invitato i responsabili delle Dmo di Friuli-Venezia Giulia, Piemonte e Toscana a discuterne per capire meglio la situazione.

►Turismo: da dove ripartire? Rendiamo l’Italia un cantiere di Innovazione

Intervengono:
Filippo Renga, Direttore Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo
Eleonora Lorenzini, Direttore Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo
Andrea Guizzardi, condirettore Osservatorio Business Travel Partner dell’Osservatorio e altri attori selezionati

Il 2020 è stato un anno complicato per l’industria dei viaggi, e il settore  si trova a dover ragionare ripartendo dalle fondamenta. Come ogni anno, TTG ospita il Convegno dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo della School of Management del Politecnico di Milano; un appuntamento che, attraverso dati e case histories, illustra agli operatori del comparto come l’evoluzione digital possa trasformarsi nel perno su cui costruire un’Italia turistica più competitiva e sostenibile.
Per l’edizione 2020 di TTG, il focus si concentra su sicurezza, flessibilità e digitalizzazione del tourist journey.


FOCUS HUMAN FEEL
Interpretare il sentimento del nuovo viaggiatore per costruire relazioni sentimentali con il territorio.

► Andar per borghi fa bene al cuore. Parola di Andrea Petroni, top influencer di viaggio

Relatore:
Andrea Petroni, Travel Blogger

In vetta alla graduatoria dei travel blogger più influenti d’Italia nonché voce nota del panorama radiofonico italiano legato ai viaggi e spesso presente in tv, Andrea Petroni è a TTG per presentare nuovi ritagli d’Italia da suggerire ai viaggiatori. “Novantadue luoghi preziosi – spiega - narrati da chi li vive e li ama”. Testimonianze importanti che possono trasformarsi in utili spunti di ispirazione per territori, operatori e agenzie desiderosi di valorizzare i tanti piccoli gioielli inesplorati del territorio. Consigli per scoprire come raccontare in modo coinvolgente e convincente le destinazioni cosiddette minori. Ovunque si trovino, in Italia come altrove.


► Human Centered Destination. Management e marketing di destinazione per una bellezza condivisa tra visitatori e comunità locali.

Relatore:
Emma Taveri, Esperta in Destination Management&Marketing

Cos’è oggi una destinazione? È un'entità che dovrebbe avere sempre l’essere umano al centro: il visitatore con i suoi bisogni e le sue motivazioni di viaggio (il Perché desidera spostarsi) e al contempo la comunità locale, che grazie al turismo è in grado di reinventarsi e produrre servizi migliori proprio in virtù del suo coinvolgimento attivo. Da un recente articolo su The Guardian, alla strategia di marketing di Wonderful Copenhagen, fino ad una intervista post Covid-19 al CEO di Airbnb, tutto ci dice che il turismo per come lo conosciamo è finito. Ma in cosa consiste il “nuovo modo di fare turismo”? Possiamo puntare sulla bellezza condivisa per disegnare nuove offerte davvero in linea con le motivazioni del viaggiatore, tenendo sempre a mente il bene della comunità locale? Il Destination Management e Marketing in questo hanno un ruolo fondamentale, sempre più orientato al “tourism for good”.


► Bicicletta, sostantivo femminile: il cicloturismo incontra le donne e i turisti di alta gamma

Relatore:
Monica Malpezzi Price, Co-Owner ExperiencePlus! Bicycle Tours


► I trend dell'innovazione e il turismo nelle smart destination

Relatore:
Edoardo Colombo, Esperto di trasformazione digitale per il turismo

Una rassegna delle tecnologie e dei Mega Trend chiave del turismo prossimo venturo: AI (Intelligenza Artificiale) applicata ai sistemi di ricerca vocale e traduzioni, chatbot per gestire la relazione con il turista, Blockchain per favorire iniziative di reintermediazione e loyalty, identità digitale, pagamenti, IoT (Internet of Things), robotica, cybersecurity e infine gli impatti del 5G sulla fruizione dell’offerta turistica. L’intervento si rivolge agli operatori che intendono aggiornarsi e comprendere le opportunità offerte dalla trasformazione digitale nel turismo dove il viaggiatore, sempre connesso e georeferenziato, evolve superando l’esigenza del contatto umano e preferendo interazioni touchless. 


FOCUS HUMAN THINK
L’innovazione di pensiero per un turismo sempre più orientato alle connessioni emotive.

► Il respiro globale del turismo. La ricetta di Francesco Morace a TTG

Relatore: 
Francesco Morace, sociologo e saggista

La riflessione sulla globalizzazione richiede nuovi strumenti concettuali e strategici anche per le imprese del turismo. Nella distinzione tra locale e globale è necessario approfondire la differenza tra luogo e spazio, rilevanza e risonanza, estrazione del valore; e accettare l’idea che locale e globale non si contrappongono ma costituiscono i due capi della stessa matassa. Il celebre sociologo Francesco Morace è a TTG Travel Experience per parlare di come l’espressione dei diversi Genius Loci permetta di individuare le radici culturali attraverso cui un Paese, una regione, un luogo, ma anche un’azienda o un prodotto possono plasmare la propria identità e il proprio prodotto.


► Rivoluzione digitale e Umanesimo. Svelare l’invisibile per conquistare il visitatore, oltre il tempo e oltre lo spazio.

Relatore:
Christian Greco, Direttore del Museo Egizio di Torino

In campo archeologico la rivoluzione digitale ha profondamente trasformato approcci e metodi di lavoro, rischiando di mettere da parte il ruolo degli umanisti e di cambiare per sempre l’esperienza museale. Lo scienziato e l’umanista devono lavorare sempre di più assieme per cercare di dipanare la complessità del mondo contemporaneo, per far sì che il fulcro dell’esperienza di scoperta e di fruizione continui a mettere il primo piano prodotti artistici e documenti archeologici o della storia sociale, con l’aiuto della tecnologia.


► Signori, si cambia. New Tourists: i 16 identikit del viaggiatore post covid

Relatore
Massimo Feruzzi, CEO JFC tourism & management

Spingendosi ben oltre la tradizionale segmentazione della clientela o la classificazione generazionale, i viaggiatori post Covid-19 si caratterizzano per una diversa rispondenza ai canoni di profilazione sinora usati. La ricerca JFC sottolinea come l’esperienza vissuta abbia lasciato segni tangibili, producendo un evidente cambiamento rispetto alla spinta motivazionale degli italiani intenzionati ad acquistare una vacanza o un soggiorno. I nuovi profili sono stati collocati all’interno di una mappa sociometrica  – definita mappa polare dei viaggiatori – che individua 16 diverse categorie di turisti sulla base di un modello interpretativo fondato sulle risultanze di quattro diverse indagini qualitative effettuate nei mesi successivi al termine del lockdown. In base agli indicatori sulle tendenze generali dei nuovi viaggiatori, JFC fornirà una panoramica utile per comprendere al meglio l’attuale quadro della domanda e per interpretare correttamente le esigenze dei new tourist, entrando in piena sintonia con le loro aspettative.